Primavera a testa alta

18-11-2018 17:00 -

Nella quinta giornata di Campionato l'Empoli scende in campo a Roma, in casa della capolista. Partita che si prospetta importante sotto diversi aspetti, prima su tutti sarà quello di confermare quello che di buono è stato fatto fin'ora. Mister Nicoli affronta la capolista con Zanieri in porta, linea a quattro con Scarpellini e Orsini sulle corsie esterne, Fabbroni e Maroso coppia centrale, Torrigiani play di centrocampo con Viscuso e Valoriani interne, sulle corsie alte Griselli e Malvone, terminale alto Cancilla. La gara prende subito una brutta piega, al 3 minuto un cross sul vertice basso di destra da parte della numero 7 giallorossa inganna Zanieri con la palla che attraversa tutta l'area piccola e sbatte sul palo interno finendo la sua corsa in rete. Nemmeno il tempo di organizzarsi quindi e l'Empoli è già sotto di un gol. Poteva essere una mazzata forte ma le Azzurre disposte bene in campo hanno cercato di controbattere colpo su colpo anche se davanti avevamo una signora squadra che sia a livello di gioco che di prestazione fisica ha messo a dura prova le nostre Ragazze. Il primo tempo è stato un netto possesso palla della squadra giallorossa senza però mai insidiare la retroguardia ospite, dal canto suo l'Empoli cercava con Cancilla e Valoriani di sfruttare le rare occasioni per affacciarsi nella metà campo locale. Da registrare solo un tiro da parte di Cancilla che non ha impensierito il portiere Giallorosso. Il primo tempo finisce con il passivo di una rete. Inizia la ripresa e dopo pochi minuti doppio cambio: escono Griselli e Malvone per De Matteis e Dehima. Mister Nicoli cerca di alzare un po' il baricentro della squadra ma al 10' un tiro non particolarmente insidioso ma velenoso al punto giusto trova Zanieri non messa bene sulla linea di porta e la palla si infila in rete per il raddoppio giallorosso. La gara si innervosisce un po' e diventa "maschia" ma le nostre ragazze reggono colpo su colpo, alzando il baricentro della squadra e affacciandosi dalle parti del portiere romanista, un paio di calci d'angoli e relativi tiri in porta fanno capire che la partita non è finita. Dopo una punizione di De Matteis e un paio d'azioni non concluse per un niente, mister Nicoli si gioca altre due carte per impensierire la capolista. Entrano Puddu per Torrigiani e De Martino per Orsini (ottima prova anche oggi di Laura classe 2003). La squadra prende ancora di più coraggio, Puddu entra bene in partita e ruba palloni importanti per far ripartire la propria squadra ma è a pochi minuti dalla fine che Cancilla si avventa come un'aquila su un giro palla della difesa giallorossa, prende le misure giuste, ruba palla entra in area e dopo aver saltato anche l'ultimo difensore incrocia con un tiro preciso la rete del 2-1 (da segnalare che la Roma non aveva ancora subito una rete in campionato). Siamo al 42' e le ragazze provano con un'ultimo sforzo a riversarsi nella metà campo locale, i 4 minuti di recupero danno l'ultima speranza ma una volta Valoriani e un'altra Puddu non riescono a mettere il pallone giusto per le compagne per un niente. La direttrice di gara fischia la fine delle ostilità con il risultato di 2-1 per la Roma, risultato giusto per quantità di possesso palla e occasioni, ma un plauso per il modo e l'atteggiamento in campo va anche alle Azzurre che escono sconfitte ma a testa alta. Il commento a fine gara di Mister Nicoli: "anche oggi abbiamo disputato una partita importante, di fronte avevamo la squadra che raccoglierà i frutti di fine stagione, compatta e solida in tutti i reparti, faccio però i complimenti alle mie ragazze, hanno tutte fatto una prova importante, di crescita sia sul piano del gioco che caratteriale, dobbiamo continuare così, cercando di essere ancora più consapevoli della nostra forza. Domenica ci aspetta una gara delicata contro la Roma Femminile, dovrà essere una gara che ci farà capire il nostro valore su questo Campionato"